Raddrizzare un tavolo in noce imbarcato

Settembre 2010

$55000$60000

Raddrizzare il piano di un tavolo in noce imbarcato .

 

COD: N/A Categoria: Tag: , , , Product ID: 1277

Descrizione

Tavolo allungabile in legno di noce della metà del secolo scorso.
Probabilmente subito dopo la sua costruzione il legno ha avuto una serie di movimenti che hanno imbarcato il piano. Questo è costituito da quattro assi di noce ricavate dalla stessa pianta e aperte a libro. Presentano molte irregolarità di fibre, nodi e anche il canale centrale di risalita della linfa (in verde nella foto). Questa scelta disinvolta del legno è all’origine delle torsioni delle varie assi.
In un restauro precedente al nostro hanno tentato di porre riparo alle torsioni scavando dei canali sia lungo vena sia perpendicolarmente all’andamento delle fibre. Successivamente hanno incollato nelle trincee dei listelli che avrebbero dovuto ridare consistenza al piano e raddrizzarlo. E’ un sistema approssimativo e velleitario e anche l’esattezza della sua esecuzione lascia a desiderare.
Noi abbiamo scelto di agire come nelle parchettature delle tavole dipinte.
Abbiamo scavato sei canali trasversali alle fibre delle assi. Per una scelta estetica abbiamo sfruttato le trincee presenti, regolarizzandole e abbiamo dato loro un profilo a coda di rondine con un andamento conico nella lunghezza. Partono larghe circa 26/28 mm e terminano 18/20mm. Sono profonde 15/17mm e hanno i lati con una inclinazione di 7 gradi. In esse abbiamo inserito dei listelli in legno di quercia, ovviamente delle misure adatte e li abbiamo spinti fino a che la conicità lo ha permesso. Senza una goccia di colla. I listelli sono sempre smontabili con piccoli colpi dati nella parte più stretta, oppure rimessi in tensione con dei piccoli colpi nelle parti più larghe. Il sistema è reversibile e ricalibrabile. Con il tempo le assi della tavola avranno un calo fisiologico nel senso della larghezza. Lo hanno già avuto, lo si può notare dal fatto che le prolunghe sono diventate più larghe della tavola centrale. Così i listelli che abbiamo inserito con gli anni diventeranno leggermente sovrabbondanti, perché il legno si restringe nel senso della larghezza e dello spessore di circa l’uno per cento al secolo, ma pressoché nulla nella lunghezza.
Alla fine del lavoro abbiamo constatato che il piano del tavolo si è regolarizzato e raddrizzato praticamente del tutto. Un effetto secondario ma prezioso della tecnica usata sarà quello di tenere sempre unite le assi del piano.

Laboratorio Restauro Mobili Vicenza

Mario Menegatti e Lucia Del Negro snc

Laboratorio di Restauro Mobili

Contrà Porta S. Lucia 32

36100 Vicenza

mario.menegatti@gmail.com

Tel. 328 1696256 • Tel. 328 6450269

Partita iva: 016421920367

Made by Easycolor  © 2018